Notizie da Internet

 Chiusi Server in germania, Francia e Olanda: la rete eDonkey per il P2P ridotta a un deserto
La guerra al P2P segna una vittoria piuttosto pesante a favore delle case discografiche, detrattrici del sistema di condivisione dei file: come molti utenti hanno già avuto modo di constatare, moltissimi server che servivano il traffico di emule sono stati oscurati. L'iniziativa è stata rivendicata dall'International Federation of the Phonographic Industry (Ifpi). Nel mirino dell'IFPI c'è la rete EDonkey: server tedeschi, messi sotto sequestro, ma anche server in Olanda e in Francia.
"Abbiamo inflitto un colpo definitivo al network, e il numero di utenti eDonkey si è ridotto di un milione" è stata la dichiarazione trionfale dell'IFPI, che ha preannunciato ulteriori interventi di pulizia/polizia. Emule è una delle più popolari applicazioni per il cosiddetto file sharing, attività che di per sé non ha nulla di illegale, e che consiste nella condivisione di file a distanza tramite protocollo peer to peer. Tuttavia, fin dai tempi di Napster, primo programma a introdurre su larga scala questo metodo di condivisione, le major cinematografiche e discografiche hanno lamentato il traffico illegale di materiale coperto da copyright.

Questa notizia segna una svolta importante nell'eterno conflitto tra file sharing e sostenitori del diritto d'autore.

© 2018 Utility Line Italia srl | Professional Internet Service Provider

Search

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Cookie Policy