Nuova ondata di phishing in arrivo. Scopriamo come identificare un messaggio truffa

Da qualche settimana si riscontra una nuova ondata di tentativi di truffa via email e social (phishing) ed SMS (smishing).
Tra i contenuti si trova di tutto, dal classico rinnovo del dominio di Aruba  alle Poste Italiane, dalle Bache al più stravagante biglietti regalo del Festival di Sanremo (smentito ufficialmente dal Teatro Ariston attraverso un Comunicato ufficiale).

Anche l’Agenzia delle Entrate martedi 22 settembre ha diffuso un Comunicato Stampa per avvisare di questo pericolo e consigliare i contribuenti a verificare sempre attentamente il contenuto del messaggio.
Le email, infatti, non provengono dall’Agenzia, ma costituiscono il tentativo di installare un malware sui dispositivi dei destinatari anche allo scopo di acquisire successivamente informazioni riservate.

Ecco un esempio:

Quando la truffa passa attraverso il canale degli SMS viene definita come "smishing", è il caso di MediaWorld (Comunica Ufficiale per i clienti) segnalato anche dalla Polizia Postale qualche giorno fa.
Un SMS apparentemente da MediaWorld che invita a cliccare  un link per controllare un “presunto trasferimento in sospeso sull’account”.

E’ bene sapere che una Banca, un Ente istituzionale non chiederà mai i dati personali di un utente tramite email, il nostro consiglio è quello di è quello controllare con molta attenzione che l'indirizzo del mittente e il link corrispondano perfettamente al sito web ufficiale.

Tanti ci chiedono se esiste un software da installare per evitare questi pericoli, la soluzione migliore è sempre la FORMAZIONE, spiegare ai propri clienti/famigliari/studenti come identificare il pericolo è il primo passo per non cadere in trappola!


Ecco alcuni articoli che potrebbero interessarti:

© 2022 Utility Line Italia srl | Professional Internet Service Provider

Search